Borsellino: figlia, indagine fatta male

La strage di via D'Amelio è ''emblema della cattiva pratica investigativa''. Lo ha detto Fiammetta Borsellino, figlia del procuratore aggiunto di Palermo Paolo ucciso nella strage di via Mariano D'Amelio a Palermo il 19 luglio 1992, partecipando al dibattito ''Lettera aperta ai giovani di Palermo'', in corso all'orto botanico di Palermo nell'ambito di ''Una Marina di libri'' ''Non è stato preservato il luogo della strage - ha aggiunto - E' passata una mandria di bufali. E' stata prelevata una borsa che è passata di mano in mano e lo stesso magistrato Ayala ha dato tantissime versioni anche discordanti''.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Grandangolo Agrigento
  2. Catania Oggi
  3. TeleNicosia
  4. Catania Oggi
  5. Nuovo Sud.it

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Belmonte Mezzagno

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...